Progettare i Beni Culturali

17 Dicembre 2018 Roma, L.go dei Quintili 21

Oggi ogni raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto.
Dal mercato al terzo settore, passando per lo Stato, liberi professionisti, aziende, imprese, organizzazioni, istituzioni svolgono le loro attività per progetti. I progetti consentono di organizzare e gestire in maniera sistematica la propria attività, di realizzare strategie di gestione integrata del patrimonio culturale, ma in particolare di mettere su carta le idee che si intende offrire alla committenza o necessarie per rispondere ad una gara d’appalto. Infine rappresentano strumenti utili per ottenere fondi, costruire percorsi di innovazione e di strutturazione. Per questo la progettazione deve essere un patrimonio di tutti.
L’iniziativa, organizzata da YOCOCU, YOuth in COnservation of CUltural Heritage, è finalizzata a spiegare ai giovani professionisti la logica della progettazione a livello nazionale ed europeo nonché delle gare d’appalto nel settore della conservazione dei beni culturali.

Programma

Saluti e presentazione dei relatori 16.00-16.15 Andrea Macchia Presidente YOCOCU
Beni culturali in Horizon 2020: opportunità per le PMI 16.15 -16.45 Alessia Rotolo APRE
I bandi di gara nel restauro: logica e criteri per la partecipazione 16.45-17.15 Anna Maria Cerioni Sovrintendenza Capitolina
Rispondere alla gara d’appalto 17.15-17.35 Laura Rivaroli YOCOCU
L’analisi dei bandi POR e PON: elementi

di progettazione

17.35-18.05 Mauro Francesco La Russa Università degli Studi della Calabria – YOCOCU
Beni Culturali e fondi diretti: strategie per una proposta di successo 18.05-18.35 Federica Fernandez YOCOCU
Progetti dal punto di vista dell’impresa 18.35-19.05 Fabio Felici Ascisse

 

 

Ore 19. Aperitivo YOCOCU

L’evento sarà anche l’occasione per il tradizionale momento conviviale YOCOCU dedicato allo scambio degli auguri e al brindisi

 

Locandina in file pdf

This post is also available in: Inglese